MANUALI DI FINE ANNO

Gentili Enti,

Vi comunichiamo che nella prossima settimana vetrranno pubblicate alcune guide riguardanti i seguenti argomenti :

  • Apertura del nuovo anno 2017 per tutte le procedure che lo richiedono
  • Invio Bilancio di Previsione 2016 al BDAP (Banca Dati Amministrazioni Pubbliche) da eseguirsi entro il 31/12/2016
  • Gestione del Fondo Pluriennale Vincolato (FPV) per la predisposizione del nuovo bilancio 2017-2018-2019

 Quando pubblicate verrete avvisati come sempre con una mail e troverete queste guide nella sezione NEWS - MANUALISTICA del nostro sito.

Buon Lavoro

registrazione maggiori Entrate a residuo

Buongiorno,

visto le numerose richieste pervenuteci in questi giorni, abbiamo creato una piccola procedura per esser certi che le "maggiori Entrate a Residuo" siano state registrate correttamente.

Ci siamo espressi con 2 esempi, nella speranza di avervi supportato vi auguriamo buon Lavoro

 

Lo Staff

 

pdfMAGGIORE_ENTRATA_RESIDUO.pdf

Applicazione dell'Avanzo per investimenti

Nuove direttive in ambito Economico - Finanziario stabiliscono i tempi in cui gli Investimenti coperti con l'applicazione dell'Avanzo sono da chiudere.

Vi alleghiamo un'informativa che vi permetterà di comprendere come le vostre "opere" andranno ad incidere nel bilancio 2017-2019 e relativo raggiungimento degli Equilibri, tenendo in considerazione che nel 2020 le regole cambiano leggermente

pdfTempi_x_chiudere_investimenti_con_Avanzo.pdf

pdfAvanzo_in__anni.pdf

-

Buon Lavoro

Mini Enti, opere salve

Per i comuni fino a 1.000 abitanti:

1) Inclusione del fondo pluriennale vincolato derivante da debito nel saldo del pareggio.

2) Rinegoziazione dei piani di pre dissesto con scorporo del disavanzo da riaccertamento straordinario.

Sono alcuni degli emendamenti al ddl bilancio «segnalati» per l' esame in commissione.

In materia di personale, va menzionata la proposta (primo firmatario Maino Marchi del Pd) di consentire ai comuni che fanno parte di una unione di conteggiare la spesa di personale in modo unitario.

I piccoli comuni sono invece i beneficiari dell' emendamento 65.8 (primo firmatario sempre Marchi), che punta a rendere rilevante ai fini del pareggio per i mini enti il fondo pluriennale vincolato, di entrata e di spesa, derivante dal ricorso all' indebitamento. Ciò per consentire di completare le opere finanziate a mutuo quando valeva l' esenzione dal Patto e poi compromesse dall' assoggettamento al nuovo vincolo di finanza pubblica. L' emendamento 63.5, presentato da Antonio Misiani (Pd), propone di consentire agli enti locali in pre dissesto che hanno presentato il piano di riequilibrio finanziario pluriennale o ne hanno conseguito l' approvazione prima dell' approvazione del rendiconto 2014 di scorporare la quota di disavanzo risultante dalla revisione straordinaria dei residui.